Estate 2021 all’insegna delle piscine fuori terra

Con l’arrivo dell’estate le temperature si alzano. Avere una piscina in giardino per rilassarsi e rinfrescarsi è il sogno di tutti. Se un tempo questo era un lusso per pochi, oggi la piscina ha costi di acquisto e di manutenzione decisamente più bassi. Questo grazie alle piscine fuori terra che offrono una soluzione vantaggiosa per l’estate, senza dover spendere troppo tempo e budget nella costruzione di una versione tradizionale interrata. Le piscine fuori terra sono senza dubbio il vero must dell’Estate 2021. In una stagione in cui, per forza di cose, saranno meno facili viaggi e spostamenti, non c’è niente di meglio di allestire una vera e propria piscina montabile nel proprio giardino. Quali sono, però, gli elementi da considerare come vantaggiosi? Quale manutenzione scegliere per avere una piscina perfetta? Continua a leggere per scoprirlo!

gente che gioca nella piscina fuori terra

Cosa caratterizza le piscine fuori terra?

Le piscine fuori terra sono vasche d’acqua posizionate totalmente al di sopra del livello del suolo. Questa loro caratteristica le rende particolarmente pratiche e comode da gestire. Spesso la loro struttura è modulare ed è facile da montare e smontare. Appare chiaro come le piscine esterne fuori terra possano essere utilizzate in modo abbastanza semplice, senza l’esigenza di impegnarsi in scavi o lavori corposi in termini di tempo, spesa e disagio. Le piscine fuori terra sono inoltre estremamente stabili e resistenti. Per quel che riguarda i materiali delle piscine fuori terra da giardino è da farsi una classificazione. Ci sono quelle più rigide che sono  completamente in acciaio debitamente lavorato, quelle gonfiabili che hanno le pareti in PVC, quelle autoportanti ed altre con le coperture in legno o in pietra. Il mercato delle piscine fuori terra è ampissimo e adatto ad ogni esigenza. 

Perché acquistare una piscina fuori terra?

Una piscina fuori terra è un’ottima soluzione per chi ha a disposizione un’area esterna di ridotte dimensioni e vuole usare la piscina unicamente nel periodo estivo. Inoltre è il modello perfetto per chi desidera avere un piccolo angolo di paradiso, senza dover spendere una fortuna o creare una struttura fissa con tanto di scavi e richiesta di permessi. Inoltre, le piscine fuori terra sono in generale facilmente montabili e smontabili. Infatti nel caso di inutilizzo durante il periodo invernale richiedono minori costi di installazione e manutenzione.

ragazza a bordo piscina

Criteri per la scelta della piscina

Modalità e frequenza di utilizzo

Innanzitutto bisogna valutare a chi sarà destinata la piscina, se a bambini, ad adulti o ad entrambi. 

Da questo capirai quanto dovrà essere grande e profonda la tua piscina. Una piscina troppo profonda, infatti, potrebbe compromettere l’utilizzo ai bambini.

Un altro aspetto da valutare è il numero di persone a cui è destinata la piscina. 

Anche questa domanda è importante per stabilire le dimensioni della vasca. Da capire è anche la frequenza del suo utilizzo.

Questo aspetto è rilevante per comprendere effettivamente di che tipologia di piscina hai bisogno. Se, ad esempio, vuoi utilizzare la piscina solo durante il weekend potrebbe andare benissimo una piscina fuori terra morbida. Se prevedi di utilizzarla assiduamente, una piscina fuori terra rigida o frame è la soluzione ideale per le tue esigenze.

La cosa più rilevante da determinare bene è dove posizionare la vostra nuova piscina. Non si tratta di una scelta di poco conto, ma ne va della durata nel tempo dell’intera struttura stessa.

Ecco pochi semplici consigli:

  • la prima cosa da considerare è che il terreno non presenti irregolarità, ovvero sia quanto più piatto possibile;
  • è preferibile che sia distante da eventuali alberi, infatti le foglie e la resina cadendo nell’acqua potrebbero danneggiare sia la struttura sia il filtro;
  • è fondamentale che l’area scelta non sia sovrastante a linee sotterranee, cavi elettrici, fosse biologiche, fogne o radici di alberi;
  • tra le altre necessarie accortezze, va tenuto a mente che se la piscina è dotata di impianto di filtraggio vi sarà bisogno di una presa di corrente non troppo distante per l’alimentazione e uno spazio sufficiente intorno (l’ideale sarebbero 2 metri) per accedervi con facilità.

Manutenzione della piscina fuori terra

Il passaggio più importante per la corretta manutenzione della tua piscina è la pulizia dell’acqua. Questa condizione è fondamentale per essere certi che l’acqua sia sempre igienizzata e pronta all’uso in qualsiasi momento. Questo implica tre passaggi fondamentali: il primo è la pulizia della superficie (detta anche skimming), che è da eseguire attraverso l’uso di un retino per rimuovere fogliame, capelli o insetti. Il secondo passaggio è la pulizia del fondo. Esistono diversi pulitori per il fondo della piscina, sia manuali sia automatici. Fondamentale è infine la pulizia delle pareti, visto che nei bordi della piscina e vicino alle scalette si deposita facilmente lo sporco, possono infatti formarsi alghe e incrostazioni. 

Per mantenere sempre alto il livello di pulizia della piscina fuori terra è necessario controllare i valori dell’acqua. Per prima cosa verifica quindi il livello di pH: il valore giusto è compreso tra 6,8 e 7,6. Per controllare il pH ti basteranno dei semplici tester specifici, in grado di monitorare il pH (rosso fenolo) e il cloro (DP1). Ora non ti resta che scegliere la piscina che più fa per te. 

FAQ

Quali sono le migliori marche di piscine fuori terra?

Intex e Bestway sono le migliori marche in circolazione per quel che riguarda le piscine fuori terra

Quanti anni può durare una piscina fuori terra?

Una piscina fuori terra, con un’adeguata manutenzione, dura una decina di anni

Come camuffare una piscina fuori terra?

Decorala con dei vasi di fiori finti o rendila un angolo dinner speciale

follow:
follow: