Satispay, cos’è e come si usa?

Scopriamo di più sul metodo di pagamento made in Italy veloce e sicuro!

Satispay è una storia tutta italiana. Fondata nel 2013 come startup da tre ragazzi di Cuneo, Satispay è nata per sopperire alle esigenze di utenti e piccoli commercianti, che spesso non accettavano pagamenti con carta di credito a causa delle poco popolari commissioni del POS. Tramite Satispay è possibile scambiarsi denaro senza commissione fra privati, pagare anche piccolissime cifre in pochissimi tap direttamente dal proprio smartphone. Conviene anche ai commercianti, che non pagano nessuna commissioni per importi inferiori a 10 euro. Insomma, è ideale se volete pagare persino un caffè!

Satispay

Per iniziare, vi servirà quanto segue: il vostro nome e cognome, il vostro indirizzo di residenza, il codice fiscale, un documento di riconoscimento e sopratutto un IBAN valido. Se siete in possesso di tutti questi requisiti, potete iniziare immediatamente a utilizzare Satispay. Ma prima, vediamo i costi del servizio per i privati:

Costi per i privati

Iscrizione / recesso al serviziogratuito
Ricarica del BudgetNessun costo applicato da Satispay
Deposito su conto correntegratuito
Inviare / ricevere denaro dai tuoi contattigratuito
Pagare in negoziogratuito
Acquistare ricariche telefonichegratuito
Creare e inviare buste regalo digitaligratuito
Aggiungere e spostare denaro dai salvadanai digitaligratuito
Donazioni verso associazioni non profitgratuito
Pagamento dall’app di bollettini, avvisi pagoPA, bollo auto e moto1,00€
Pagamento di avvisi pagoPA dal portale web dell’Ente Creditoregratuito

Tenete presente che ho sentito spesso utenti lamentarsi di fantomatici “costi di ricarica” di Satispay. Bene, è giusto parlarne: Satispay non applica nessun costo per la ricarica del budget che avviene in maniera similare a un pagamento ricorrente su conto bancario. Tuttavia, può capitare che le banche decidano di applicare una commissione su questo genere di operazioni più in generale, quindi in caso vi siate trovati costi di gestione per questo genere di transazioni, dovete rivolgervi direttamente alla vostra banca.

Come aprire un account Satispay

Per aprire un account vi basterà seguire questi semplici passaggi:

  • Iniziare scaricando l’applicazione Satispay (trovate qui il link su App Store e qui il link su Google Play)
  • Seguire le istruzioni a schermo, le quali illustrano il servizio
  • Inserire numero di cellulare, email: verrà inviata una mail di conferma per il primo accesso
  • Scegliete un PIN di sicurezza (è importante!)
  • Inserite il vostro IBAN (alcune carte prepagate offrono un IBAN, ma ricordate che questo deve supportare gli addebiti diretti SDD)
  • Scattate e caricate una foto che vi ritragga in maniera chiara, riconoscibile e inequivocabile (niente selfie con smorfie strane!)
  • Inserite infine nome e cognome, indirizzo di residenza, codice fiscale, e caricate una foto fronte/retro di un vostro documento di identità
  • Attendete la validazione del vostro account (può richiedere anche 2/3 giorni, non allarmatevi)

Potete inserire il codice sconto AMEDEODAV in fase di setup per ottenere 5 euro di bonus.

Come funziona e come utilizzare Satispay

Una volta che il vostro account sarà operativo, non vi resterà che iniziare a usare l’app. Innanzitutto dovrete prendere confidenza con il budget settimanale: si tratta di un menù di scelta a ruota dove impostare quanto denaro volete tenere su Satispay. Tenete conto che il vostro budget è settimanale, come ho già scritto, il che significa che si aggiornerà con un prelievo sul vostro conto (o un bonifico per eventuali eccedenze) dopo le 23:59 di domenica. Il budget minimo è di 25 euro, mentre il massimo è di 500 euro. Se a fine della settimana la cifra che avete su Satispay è inferiore al vostro budget, l’app preleverà la differenza dal vostro conto corrente. Se invece è superiore, Satispay accrediterà l’eccedenza sul vostro conto corrente. Semplice, no?

Facciamo un esempio:

Giuseppe ha un budget settimanale di 50 euro. Venerdì, Giuseppe spende 20 euro in un bar convenzionato e paga con Satispay. Allo scoccare della mezzanotte di domenica, Satispay preleverà dal suo conto i 20 euro mancanti per tornare al budget di 50 euro.

Altro esempio:

Giuseppe ha un budget settimanale di 50 euro. Sabato sera i suoi amici gli regalano una busta regalo su Satispay da 50 euro. Il suo nuovo conto Satispay ammonta quindi a 100 euro. Allo scoccare della mezzanotte di domenica, Satispay effettuerà un bonifico di 50 euro sul conto di Giuseppe per tornare al budget di 50 euro.

Pagare bollette e risparmiare con Satispay

In pochi sanno che Satispay è dotata di una utilissima funzione di pagamento di utenze, e persino del bollo auto! Nella tab “servizi” dell’applicazione è infatti possibile pagare un bollettino, il bollo auto e moto, utilizzare pagoPA e persino ricaricare il proprio credito telefonico. In più è presente la funzione Risparmi, che vi permette di creare uno o più mini-salvadanai nel quale effettuare versamenti all’interno dell’app. Non solo: è possibile impostare un versamento automatico giornaliero, settimanale o mensile, destinare qui il cashback ricevuto e accumulare spiccioli (ovvero il resto di ogni acquisto arrotondato all’euro). Tutto estremamente semplice e veloce!

Ora sapete come utilizzare Satispay, uno dei metodi di pagamento più innovativi e moderni. Sappiate che potete usarlo anche su BPM-Power per i vostri acquisti in sicurezza!

Alla prossima!