Casco moto: la guida completa per scegliere quello perfetto per te

Che siate dei motociclisti principianti o veterani, la scelta di un casco moto è un momento cruciale. Il casco è infatti un accessorio fondamentale che deve essere scelto con calma e ponderazione, spesso però davanti alla varietà dei modelli esistenti, delle caratteristiche tecniche e delle differenze di prezzo, si rischia di perdersi. In questo articolo ti forniremo una guida completa per la scelta del tuo casco, in modo da scegliere il modello perfetto per le tue esigenze.

Prima di iniziare ad analizzare tutti gli aspetti dei caschi da moto, è bene ricordare l’importanza che questo accessorio ha. Sappiamo che il casco è obbligatorio per legge, quindi chiunque decida di utilizzare una moto, o uno scooter, deve indossarne uno prima di mettersi alla guida.

Il casco deve essere ben fatto, deve proteggere bene la testa dagli urti, non deve rompersi, ma deve garantire allo stesso tempo un comfort ottimale. Tutto questo deve concordare con l’aspetto estetico a cui i bikers non rinunciano mai. È noto a tutti, infatti, che il casco sia  un mezzo per esprimere la personalità del motociclista che lo indossa.

casco

Quale casco scegliere: integrale, modulare o jet

Il primo passo nella fase di acquisto è la scelta del modello di casco. Come noto sul mercato è possibile trovare tre diverse tipologie: integrale, modulare o jet. 

Partiamo dai modelli integrali che offrono una maggiore protezione, anche dal vento e dagli insetti. Inoltre sono ideali per percorsi extraurbani, quando si raggiungono elevate velocità. Questo perché la mentoniera, fissa, impedisce di prendere colpi nella zona del viso, sulla mandibola e sul naso. 

Il casco Jet è la variante aperta sul volto, ideale per moto e scooter durante gli spostamenti quotidiani brevi in città. Il punto di forza del casco Jet è senza dubbio la facilità della calzata. È il più gradito durante l’estate, poiché appunto aiuta a disperdere il calore. Tuttavia, proprio per il fatto di essere aperto sul volto, il casco Jet non protegge dai rumori e dal vento, con conseguenti fastidi e disagi. 

Infine c’è il casco modulare: una soluzione integrale, ma in grado di aprirsi trasformandosi in un modello di tipo Jet. La mentoniera e la visiera possono essere alzate fin sopra il capo, è comodo soprattutto nelle giornate particolarmente calde e nei percorsi cittadini.

Esistono poi i cosiddetti caschi fuoristrada: questa tipologia è indicata per i soli amanti del moto cross. Questi caschi sono molto leggeri e performanti, ma vengono sicuramente meno in fatto di comfort e rumorosità. Vitale la presenza della visiera antisole superiore, utile anche contro il fango e la polvere. Non meno importante è l’aerodinamica della calotta, conformata per evitare problemi alle alte velocità. Questi caschi sono più resistenti rispetto ai modelli da strada, dato che devono superare condizioni ben più estreme. 

Il materiale della calotta

Un altro fattore nella scelta del casco è il materiale di costruzione. Ciò detto, i caschi possono essere realizzati in carbonio, in fibra di vetro, o in policarbonato/termoplastica. I caschi in carbonio garantiscono sempre un’elevata protezione, ma avendo un peso minore consentono un maggiore comfort. Questi sono i modelli più costosi sul mercato. In alternativa è possibile scegliere la fibra di vetro che è abbastanza leggera. Viene utilizzata anche dai piloti nelle competizioni e nei viaggi brevi. Se si ha un budget non molto elevato conviene optare per un casco in policarbonato.

uomo che indossa casco

La taglia giusta

Le taglie dei caschi si differenziano in base alla circonferenza della testa. Per scoprire la tua taglia avvolgi la testa con un metro da sarta facendolo passare 1cm sopra le orecchie e appena sopra le sopracciglia. La misura che otterrai sarà presumibilmente fra i 53cm e i 66cm. Vediamo insieme quali sono le taglie standard a livello internazionale:

XS: 53-54cm

S: 55-56cm

M: 57-58cm

L: 59-60cm

XL: 61-62cm

XXL: 63-64cm

XXXL: 65-66cmSe si ha la possibilità di provare il casco di persona, è necessario che questo non stringa eccessivamente sugli zigomi e non si muova quando giriamo la testa. Inoltre, deve comprimere leggermente il capo senza dare una sensazione di pressione, in particolare su tempie, fronte e nuca. È da verificare anche lo spazio per le orecchie, però se indossate gli occhiali è da tenere in conto quello per le astine. Alcuni caschi prevedono addirittura delle zone no-press che evitano il fastidioso schiacciamento delle astine. Nella scelta della taglia valuta anche lo spazio per un eventuale interfono o delle cuffie Bluetooth da collegare al tuo smartphone.

La chiusura

I caschi moto hanno due modi per chiudersi: il famoso doppio anello e il pratico cinturino micrometrico. Il doppio anello è quello più consigliato in quanto è più preciso nella regolazione, nonostante sia meno pratico rispetto alla soluzione con cricchetto. In entrambi i casi l’utilizzo di un cinturino imbottito ne migliora particolarmente il comfort.

chiusura casco

Ventilazione

La ventilazione per un casco moto è importante in qualsiasi mese dell’anno. Durante i mesi più caldi avere qualche ingresso per la ventilazione in più può dissipare il calore in eccesso, mentre nei mesi più freddi è utile in caso di visiera appannata. In merito a quella fastidiosa brina che si crea all’interno del casco è consigliabile scegliere modelli con predisposizione al Pinlock, una membrana plastica aggiuntiva che non permette l’appannamento della visiera.

Parola chiave: omologazione

In commercio si possono trovare caschi di tutti i tipi e di tutti i prezzi. Attenzione a scegliere caschi troppo economici poichè potrebbero non essere omologati e potresti mettere a rischio la tua salute. Quindi è importante controllare sempre che sul cinturino ci sia il marchio che ne attesti l’omologazione. Dato che il casco salva la vita in caso di incidente, vale la pena valutare un buon investimento per il suo acquisto. Oltre al casco, è utile acquistare anche una giacca con protezioni, dei guanti, il paraschiena, scarpe, jeans e pantaloni da moto

Stile

Detto questo, tenendo bene in considerazione qualità e sicurezza, concludiamo dicendo che la scelta del casco è anche una scelta di stile. Sbizzarrisciti a cercare il casco che più ti piace e ti rappresenta, sia questo dai colori sgargianti, dalle grafiche particolari sia più sobrio ed elegante. Ora non vi resta che saltare in sella e guidare.

FAQ

Che tipo di casco comprare?

Il casco più completo è quello integrale, sebbene tutti forniscano un’adeguata protezione dagli urti

Come prendere le misure per il casco?

Basta prendere un metro da sarta e misurare la circonferenza del cranio appena sopra le orecchie

Quali sono le migliori marche di caschi?

Arai, Nos e Yema sono tra i migliori marchi per quel che riguarda i caschi