Come funziona la friggitrice ad aria e come sceglierla: guida definitiva

Per spiegare come funziona la friggitrice ad aria è utile capire come funziona la frittura convenzionale
Il metodo di cottura tramite frittura è possibile grazie alle alte temperature raggiunte dal vettore di trasmissione del calore in cui è immerso l’alimento da cuocere.  Nel caso della frittura tradizionale il vettore che trasmette il calore è un grasso di natura vegetale o animale, come l’olio d’oliva o lo strutto.
La frittura ad aria invece, come suggerisce il nome, utilizza come vettore l’aria, che viene riscaldata ad alte temperature.

Come funziona la friggitrice ad aria?

Così come per la frittura convenzionale, nella friggitrice ad aria l’alimento è completamente circondato dall’aria calda. In questo modo si riesce ad ottenere un ottimo risultato di croccantezza all’esterno e di morbidezza all’interno.

mostra come vengono le patatine fritte nella friggitrice ad aria

L’alimento da friggere viene inserito in una speciale camera in cui l’aria viene riscaldata a temperature che arrivano fino a 200° C. L’aria calda viene poi fatta circolare ad elevata velocità in modo da consentire una cottura uniforme simulando il comportamento dell’olio nella frittura classica.

La differenza tra una friggitrice ad aria ed un forno ventilato sta, grossomodo, nella velocità in cui l’aria calda viene fatta circolare nella camera di cottura.

Conviene acquistare una friggitrice ad aria?

Pro

  • Risparmio sulla spesa di burro e olio
  • Preparazioni rapidi
  • Alimenti più salutari cotti senza grassi
  • Numerose modalità di cottura
  • Nessun cattivo odore

Contro

  • Consumo energetico notevole (non comunque paragonabile al forno di casa)
  • Bisogna preriscaldarla (il microonde no)
  • Gusto non identico alla frittura in olio o burro
  • Tecniche di cottura differenti non perfettamente riproducibili

Come scegliere il modello che fa per te

Ci sono essenzialmente 2 aspetti di cui tenere conto nella scelta di una friggitrice ad aria: dimensione (espressa solitamente in “litri”) e funzioni particolari.
Partendo dalla dimensione, possiamo consigliare per 2-3 persone un cestello di circa 4 litri; se si è 4-5 persone si va sui 6 litri; per 6 o più persone si consigliano i formati più grandi.
Per quanto riguarda le funzionalità si apre un mondo. Si parte dalla friggitrice ad aria classica come la Philips Airfryer Essential Compact e dalla sorella maggiore Essential Airfryer XL, passando per l’alternativa marca Princess con il modello Aerofryer Digitale Deluxe

Friggitrice ad aria con girarrosto e funzioni di mini-forno

Esistono poi modelli più sofisticati e multiuso, che hanno addirittura integrata la funzione di girarrosto. Un esempio di friggitrice ad aria che funge da mini fornetto con girarrosto è la l’Ariete Airy Fryer Oven. Nello specifico parliamo di un prodotto che presenta 8 programmi consigliati per friggere, dorare, tostare, grigliare e gratinare. Grazie al girarrosto sarà possibile preparare anche i polletti allo spiedo e ottenere cotture più omogenee per diverse pietanze.

Cosa si può cucinare nella friggitrice ad aria?

La risposta è praticamente di tutto! Gli alimenti più indicati sono gli ortaggi (patate, melanzane, zucchine, funghi), verdure da rosolare o grigliare (zucche, ortaggi a radice, broccoli, cavolfiori, cavoletti di Bruxelles), i surgelati, cibi prefritti, carne e pesce, arrosti, torte e pane.

Inoltre riscaldare gli avanzi nella friggitrice ad aria è un’ottima soluzione per combattere gli sprechi. Il sapore è nettamente migliore rispetto alle pietanze riscaldate nel microonde. Inoltre permette di risparmiare tempo e fatica non dovendo accendere il forno, magari con l’arsura estiva, e di non sporcare le pentole.

Modalità di utilizzo e consigli pratici

Il primo consiglio per utilizzare la friggitrice ad aria è quello che va sempre pre-riscaldata.
Poi, indipendentemente dall’alimento che si vuole preparare, è utile ungere il cestello con poco d’olio, in modo che il cibo non si attacchi durante la cottura. Il modo migliore per farlo è utilizzare un’oliera spray. L’olio è anche necessario per lasciare gli alimenti umidi, evitando che risultino troppo secchi e duri. 


Un altro passaggio fondamentale è di utilizzare sempre la griglietta in dotazione che si inserisce nel cestello. Questa permette all’aria calda di circolare intorno agli alimenti e di cuocerli perfettamente.
Attenzione a non riempire troppo il cestello, altrimenti la cottura non sarà uniforme. 
Ultimo consiglio è quello di girare di tanto in tanto il cibo all’interno, un po’ come se stesse friggendo nell’olio.

Ora che conosci come funziona una friggitrice ad aria e sai come utilizzarla non ti resta che sperimentare nuove ricette. Sul web si trovano molte guide e ricettari per le temperature e i tempi di cottura per tantissime preparazioni culinarie.

Hot News